• Readers Rating
  • Rated 5 stars
    5 / 5 (1 )
  • Your Rating


Musica in streaming

Un tempo per ascoltare la musica era necessario acquistare dei prodotti fisici. All’inizio c’era il vinile con il giradischi, poi siamo passati all’audiocassetta ed infine i CD (compact disc). La fruizione digitale della musica, invece, è arrivata con i primi lettori mp3, dove potevamo inserire centinaia dei nostri brani musicali preferiti. L’ultima innovazione a cui si è dovuta adeguare l’industria musicale è rappresentata dalla musica in streaming

In questo articolo ti spiegherò come funzionano le piattaforme di streaming musicale, perché hanno così tanto successo e quali sono le piattaforme migliori per ascoltare la musica in streaming.

 

Come funzionano le piattaforme di streaming musicale?

Utilizzare le piattaforme di streaming musicale non ti permette di possedere la musica, semplicemente hai il diritto di accesso e fruizione al contenuto.

Il diritto di accesso sostituisce il diritto di proprietà, questa è la sostanziale differenza tra un servizio di streaming e un prodotto fisico o digitale. Puoi organizzare i tuoi brani preferiti in diverse playlist personalizzate, scaricarli localmente per ascoltarli in offline, ma l’accesso ad essi sarà sempre vincolato ad una durata. La scadenza di questa durata è fissata dal tipo di abbonamento che è stato siglato.

La musica in streaming è apprezzata da molte persone, perché possono ascoltare dove e quando vogliono una quantità di brani musicali quasi infinita e, spesso, ad un modico prezzo. Basta avere uno smartphone ed una connessione ad internet ed il gioco è fatto.  

 

Ascoltare la musica in streaming: i servizi migliori

Il tracollo delle vendite in download e CD ha evidenziato allo stesso tempo un’impennata del 124% di abbonati ai servizi di streaming musicale. I tempi sono ufficialmente cambiati e adesso per ascoltare la musica si possono utilizzare piattaforme diverse.

Partendo dal presupposto che ogni utente ha determinate esigenze, i servizi di streaming disponibili in Italia non sono tutti uguali. Alcuni di questi presentano una versione gratuita (con delle ovvie limitazioni e intervalli pubblicitari), mentre tutti hanno la versione a pagamento con abbonamenti mensili/annuali.

Qui di seguito ti illustrerò brevemente quali sono i servizi migliori per ascoltare la musica in streaming e le loro caratteristiche

 

Spotify

spotify-streaming-musicale

Image from spotify.com

 

La piattaforma di streaming musicale più conosciuta e utilizzata è sicuramente Spotify. Questo servizio presenta diverse caratteristiche e tra le più belle ci sono le playlist automatiche suddivise per genere o per tipo di attività (mood, a casa, allenamento, relax, focus e molti altri).

Un’altra caratteristica interessante è la funzione “scopri”, dove puoi trovare brani, album e playlist consigliate in base ai tuoi gusti. La versione gratuita di Spotify ti permette di ascoltare musica in streaming gratis, ma prevede alcune limitazioni e degli intervalli pubblicitari durante l’ascolto. Per quanto riguarda le versioni a pagamento (Premium, Family e Student) ci sono delle funzioni in più di cui poter usufruire:

  • ascolto della musica in modalità offline
  • qualità di riproduzione di 256-320 Kbps
  • skip illimitati dei brani
  • completo accesso all’intero catalogo musicale
  • assenza della pubblicità

 

Il gigante mondiale dello streaming musicale non smette mai di stupirci. Il 12 gennaio 2021 ha ottenuto il via libera per un brevetto davvero unico. L’azienda svedese, tramite esso, sta sviluppando una nuova tecnologia che permette di identificare lo stato emotivo ascoltando le conversazioni dell’utente. In questo modo la piattaforma potrà consigliare all’utente la musica adatta in base al suo stato d’animo.

 

Se hai una startup con prodotti/servizi riconducibili al settore musicale, ti consiglio di partecipare ad un acceleratore startup verticale sulla musica!

 

Scopri il nostro servizio di music accelerator

 

Deezer

deezer-music

Image from deezer.com

 

Deezer è il principale avversario di Spotify e come il concorrente offre un servizio di streaming musicale gratis con intervalli pubblicitari. La libreria di Deezer conta circa 40 milioni di brani con una qualità massima fino a 320 Kbps. 

Sono 3 le versioni disponibili di questo servizio:

  • free: ascolto della musica in riproduzione casuale e con pubblicità
  • premium: permette di ascoltare tutti i brani online e offline
  • premium family: offre la possibilità di far utilizzare il servizio a 6 persone contemporaneamente

 

Amazon Music Unlimited

amazon-music-unlimited

Image from amazon.it/music/unlimited

 

Poteva Jeff Bezos ignorare un mercato in espansione come quello della musica in streaming? Certo che no, proprio per questo motivo ha ideato la piattaforma di Amazon Music Unlimited. Questo servizio di streaming musicale non presenta un piano gratuito, ma offre due versioni a pagamento:

  • amazon music base: include lo streaming illimitato potendo far fede ad un catalogo di 60 milioni di brani ed è possibile ascoltare la musica in offline. Per i clienti Prime sono inclusi due mesi gratis all’anno
  • amazon music family: offre le stesse funzioni della versione base (compresi i 2 mesi gratis all’anno per i clienti Prime) con la possibilità di accesso a 6 account in contemporanea

 

Tidal

tidal

Image from tidal.com

 

Pur essendo meno conosciuto, Tidal è un servizio dall’elevata qualità musicale, il cui progetto è stato lanciato dal rapper e produttore Jay Z. Anche se non è presente un piano free, puoi testare il servizio di Tidal per un periodo gratuito limitato di 30 giorni. Attualmente gli abbonamenti disponibili sulla piattaforma streaming sono i seguenti:

  • premium: un servizio base simile ai concorrenti, con qualità limitata a 320 Kbps e di cui esiste anche una versione family con un numero massimo di 5 account ed una versione student
  • hifi: un servizio con qualità di riproduzione fino a 96 kHz/24 bit e che, come per il premium, presenta una versione family e student

 

Qobuz

qobuz

Image from qobuz.com

 

Qobuz è il servizio di musica in streaming ideale per gli audiofili, ma rispetto alla concorrenza si focalizza maggiormente su generi musicali come il jazz e la musica classica. La sua caratteristica peculiare è sicuramente la qualità Hi-Res che raggiunge i 192 kHz/24 bit.

Qobuz non ha una versione free, ma come Tidal mette a disposizione un periodo di prova gratuito di 30 giorni. Per quanto riguarda gli abbonamenti, invece, si può scegliere tra Studio Premiere e Studio Sublime, ed entrambi hanno la versione Family che permette l’uso di 6 account individuali. 

 

Spero che questo articolo ti abbia dato tutte le informazioni necessarie su come funzionano le piattaforme di streaming musicale, perché hanno così tanto successo e quali sono le piattaforme migliori per ascoltare la musica in streaming. Per qualsiasi dubbio o domanda, o se vuoi che realizziamo un articolo su uno specifico argomento, non esitare a contattarci!

 

articolo by Miriana Piccari

Startup

Mentors

Settimane

Demo Day

Get In Touch

 

Dove siamo: in Brianza (provincia di Monza) e a Londra. Ma facciamo tutto online.

Date: dal 21 Settembre 2020 al 30 Ottobre 2020

Telefono: +44 (0) 7483 132148

Email: info@music.its-campus.com

Orari: L-V | 9:00 - 18:00

 

[contact-form-7 404 "Not Found"]