• Readers Rating
  • Rated 5 stars
    5 / 5 (1 )
  • Your Rating


Social musicali

I social musicali un tempo erano delle piattaforme specifiche legate al mondo della musica, per ascoltarla, crearla e condividerla. Ad oggi anche i social network nati con uno scopo diverso possono essere definiti musicali, questo perché hanno introdotto funzioni specifiche correlate al settore.

La musica ha sempre svolto una funzione sociale e l’era della digitalizzazione ha amplificato questa dinamica. Le persone possono comunicare ed esprimere sensazioni e sentimenti tramite la musica. La forza esercitata dai social network sta nel permettere a chiunque di condividere questi momenti con altre persone, a prescindere da dove si trovino.

In questo articolo ti spiegherò l’influenza dei social nella musica, la rivoluzione introdotta da TikTok e ti illustrerò quali sono alcuni social network musicali particolari. 

 

L’influenza dei social nella musica

La musica accompagna la nostra vita da sempre e con l’avvento dei social network è diventato possibile condividere quei precisi istanti in cui la stiamo vivendo.

Tramite uno smartphone puoi immortalare in foto e video le esperienze musicali vissute durante un concerto e postarle sui social. Piattaforme come Facebook, Instagram, Twitter e molte altre sono diventate un mezzo di condivisione per raccontare come vivi la musica

I social network sono lo strumento perfetto per condividere con gli altri i momenti della propria vita quotidiana. Voler trasmettere agli altri le esperienze sonore che vivi rientra esattamente in questi momenti, che spesso contengono un messaggio. Per questo motivo si parla solitamente della necessità di voler comunicare un messaggio musicale nei social.

La nascita di Spotify, Amazon Music, Apple Music e altre app di streaming musicale, ha soddisfatto questa necessità dell’utente medio e non solo. Se un tempo per condividere le proprie playlist preferite bisognava scambiarsi fisicamente pile e pile di dischi, ad oggi bastano pochi click e l’utilizzo di queste applicazioni appena citate. 

 

esperienze-sonore

Free image from Pixabay

 

Il social musicale TikTok fa da apri pista

Questa connessione sempre più forte tra social e musica ha reso possibile il successo di TikTok che ad oggi conta quasi 700 milioni di utenti in tutto il mondo.

TikTok è un social network musicale che permette di creare video di breve durata personalizzabili con migliaia di canzoni di artisti famosi e non. Il catalogo musicale è talmente vasto che molti giovani possono scoprire canzoni che hanno fatto la storia, oppure brani totalmente nuovi e influenzarne il futuro successo. 

L’utenza di TikTok è capace di far diventare virali non solo le challenge create, ma anche le canzoni che vengono utilizzate come basi musicali. Un esempio degno di nota è quello di Jawsh 685 e del suo brano “Laxed (Siren Beat)” che è stato utilizzato in ben 51,2 milioni di video. Questa traccia musicale ha dato vita alla famosa canzone “Savage Love” di Jason Derulo, permettendo al cantante di scoprire un nuovo talento e di collaborare con lui.

Il successo ottenuto da TikTok ha fatto realizzare alle big tech dei social network che è il momento di porre la loro attenzione sull’industria musicale e le possibilità di guadagno che offre.

 

Facebook lancia il social musicale Collab

Facebook ha deciso di non restare fermo a guardare e ispirandosi a Tiktok ha lanciato la nuova applicazione Collab, rilasciata globalmente per gli utenti Apple. Collab è il social network dei mini-video musicali e permette agli utenti di montare dei video brevi mixando o registrando tre fonti diverse. L’obiettivo di Collab è quello di far creare canzoni o sinfonie tramite la collaborazione tra artisti.

Nel momento in cui i video vengono pubblicati nel feed dell’app, tutti gli utenti possono attingervi per selezionare le tracce musicali che andranno a far parte della loro creazione futura.

 

“Tutto quello che pubblichi su Collab è disponibile per gli altri membri della community, rendendo possibile in qualsiasi momento il jamming virtuale.”

 

Gli utenti con questa applicazione possono sfogare la loro creatività e dare vita ad un’infinità di combinazioni musicali. All’interno di Collab ci sono anche dei strumenti per sincronizzare le tracce mixate e permettere agli artisti di andare a tempo di musica anche se non suonano insieme. 

 

Se hai una startup con prodotti/servizi riconducibili al settore musicale, ti consiglio di partecipare ad un acceleratore startup verticale sulla musica!

 

Scopri il nostro servizio di music accelerator

 

Altri social network musicali

Diverse startup hanno deciso di investire tempo e denaro nel settore musicale e nel corso degli anni hanno dato vita a diversi social network musicali, ognuno con un obiettivo diverso.

Condividere la musica con gli altri non significa solamente ascoltare le canzoni su una piattaforma streaming e pubblicarle sui social o creare dei video musicali. Esistono anche altri modi per connettere le persone al mondo della musica, basti pensare al karaoke o alle stazioni radio, ma rivisitati in chiave digitale e social. 

Vediamo insieme 3 social network musicali basati su idee particolari e innovative.

 

Smule

social-karaoke-smule

Image from smule.com

 

Smule è una startup che ha concentrato le sue energie nella creazione di un social network musicale incentrato sul karaoke.

Con un catalogo composto da più di 10 milioni di brani karaoke, Smule ti permette di cantare le tue canzoni preferite con diverse modalità: ti puoi cimentare in un assolo, cantare in un duetto o partecipare ad un esibizione di gruppo assieme agli altri utenti e non solo.

In questa app puoi anche cantare insieme agli artisti famosi che si sono iscritti, realizzando così un sogno ritenuto quasi impossibile. Cantanti come Jason Derulo, Ava Max, Jessie J, Shawn Mendes, Drake e molti altri partecipano attivamente all’interno della piattaforma e coinvolgono gli utenti nelle esibizioni proposte.

 

LoudUp

social-network-musicale

Image from loudup.com

 

LoudUp è una piattaforma per artisti emergenti e appassionati di musica. L’obiettivo di questo social network musicale è di mettere in contatto queste due tipologie di utenza.

In primis, LoudUp aiuta gli artisti emergenti a mettersi in mostra, promuovere la loro musica ed entrare in contatto con nuovi fan o professionisti del settore. Gli appassionati di musica, invece, possono usare l’app per scoprire nuovi artisti, creare argomenti di discussione o trovare gli eventi musicali nelle vicinanze

 

Stationhead

radio-social

Image from stationhead.com

 

Stationhead è un’app di social radio e streaming musicale, dove gli utenti si trasformano in veri e propri DJ radiofonici.

L’idea di base di Stationhead è di rivoluzionare e migliorare il concetto base dei programmi radiofonici. L’applicazione ti permette di far partecipare degli ospiti allo spettacolo e di integrare sia Spotify sia Apple Music. Questo significa che non sono necessari accordi di licenza con le etichette discografiche per Stationhead, mentre per gli ascoltatori significa che, quando un DJ suona una canzone, viene ascoltata in streaming da un servizio musicale che l’utente utilizza.

In questo modo si può partecipare in maniera attiva all’interno di una radio digitale, creando una connessione umana reale tra ascoltatore e streamer

 

Spero che questo articolo ti abbia dato tutte le informazioni necessarie sull’influenza dei social nella musica, la rivoluzione introdotta da TikTok e quali sono alcuni social network musicali particolari. Per qualsiasi dubbio o domanda, o se vuoi che realizziamo un articolo su uno specifico argomento, non esitare a contattarci!

 

articolo by Miriana Piccari

Startup

Mentors

Settimane

Demo Day

Get In Touch

 

Dove siamo: in Brianza (provincia di Monza) e a Londra. Ma facciamo tutto online.

Date: dal 21 Settembre 2020 al 30 Ottobre 2020

Telefono: +44 (0) 7483 132148

Email: info@music.its-campus.com

Orari: L-V | 9:00 - 18:00

 

[contact-form-7 404 "Not Found"]